Non ci sono dubbi che l’e-commerce sarà il futuro del retail, così come non ci sono dubbi sul fatto che il baricentro commerciale si sposterà verso il Pacifico, merito anche di quella che è stata ribattezzata OBOR, acronimo di One Belt, One Road.

Ma di cosa si tratta?

Il progetto, promosso dal governo cinese, prevede il rilancio in chiave moderna della Via della Seta, con l’apertura di due nuovi percorsi commerciali per la vendita dei prodotti – uno marittimo e uno terrestre – e nel quale l’Italia è recentemente entrata a far parte con la firma di due memorandum riguardanti start up ed e-commerce.
Il Bel Paese è rientrato così a far parte dello scacchiere internazionale come pedina centrale del progetto: si punta infatti a promuovere la cooperazione tra imprese e consumatori del commercio online, facilitando la collaborazione tra le grandi piattaforme del settore, nonché condividendo le best practice e le innovazioni di entrambi i Paesi.
Si tratta di un’opportunità da cogliere al volo e sfruttare al meglio per le imprese italiane, che potranno ritagliare uno spazio d’azione per la propria attività.