Farsi notare e migliorare la visibilità, ma soprattutto Farsi Ricordare nel tempo e acquisire nuovi clienti, incrementare le vendite, fidelizzare i clienti, sai cosa sono ? Sono le principali sfide che ogni azienda affronta nel quotidiano.

Dunque preferisci farti notare oppure farti ricordare ? 
Farsi ricordare nel tempo, ha più efficacia e vuol dire creare un dialogo con la tua audience, con il tuo mercato ed avere molte più probabilità di essere scelto, rispetto alla concorrenza. Come lo puoi fare ? Con l‘inbound marketing !!!


Lo sapevi questo ? Avevi già sentito parlare di inbound marketing ? Verifica di seguito se c’è tutto quello che sai. Partiamo …

Perchè si chiama inbound marketing ?

Si chiama così perché si contrappone al outbound marketing, ossia l’approccio tradizionale al mercato, in cui l’azienda “va a caccia” del proprio target e per comunicare ricorre a canali e strumenti dove, di fatto, parla solo lei e il target legge o ascolta. Gli strumenti sono ad esempio: televisione, radio, affissioni, pagine pubblicitarie, cartelli stradali, brochure,….

Quindi avrai già intuito a cosa ci si riferisce quando si parla di inbound marketing. Non andare “a caccia”, bensì attirare la propria audience, meglio se utilizzando quegli strumenti e canali di comunicazione come il web marketing, che ci aprono ad un “dialogo”. 


Dunque perché non funziona più come prima ? Perché non posso più limitarmi a costruire un buon prodotto o dare un buon servizio e poi “andare a caccia” del target, comunicandone le qualità, ma mi serve invece attirare l’audience per avere un confronto costruttivo prima, durante e dopo l’acquisto ?



Ecco almeno 10 motivi, validi sia per nel BtoC che nel BtoB:

  • Rispetto a prima, si usano molte più fonti d’informazione e canali, per informarsi, valutare e scegliere.
  • Ogni singolo e potenziale cliente è molto attivo nella ricerca, per cui sta all’azienda farsi trovare.
  • E’ cambiato, in conseguenza, il processo d’acquisto (ora più complesso).
  • E’ sempre più difficile per l’azienda emergere dal mare magnum di informazioni e comunicazioni disponibili.
  • Il mercato, la tecnologia ed il digitale, evolvendo, hanno cambiato i gusti delle persone.
  • La concorrenza si è fatta più agguerrita non solo a livello commerciale.
  • I nostri potenziali clienti palesano sempre più il desiderio di essere ascoltati e tenuti in considerazione.
  • Anche dopo il primo acquisto “un cliente non è per sempre”, è necessario “coltivare” questo rapporto.
  • I contenuti creati dalle persone (solitamente clienti) godono di una elevata credibilità.
  • Costruire nel tempo “dialogo” con il target, è dimostrato, porta più visibilità e risultati economici.

.

L’obiettivo del Inbound Marketing è UNICO:

Cogliere l’attenzione, attirare ed avvicinare al brand un numero crescente di potenziali clienti trasformandoli, da semplici “visitatori” (alla ricerca di soluzioni), prima in “contatti” (lead generation), poi in clienti ed infine in “ambassador”. 

Come lo si raggiunge ?

Creando, in modo regolare e costante, contenuti di valore da distribuire sui vari canali e strumenti di comunicazione, in cui l’azienda decide di essere presente, secondo una definita strategia.

L’inbound marketing perciò NON è …

una tattica promozionale per vendere prodotti o servizi. E’ un modo nuovo di porsi e approcciare il mercato di riferimento offrendo molti contenuti e ricevendo in cambio attenzione, visibilità e dialogo. Un passaggio fondamentale che prima deve avvenire tra le mura dell’azienda.


Tante volte cogliamo il positivo desiderio di imprenditori di voler “fare inbound marketing nella propria azienda”. E’ un processo che richiede del tempo, per questo motivo prima preferiamo condividere e far conoscere questi aspetti. Solo se si conosce si è poi realmente liberi di scegliere come e dove investire.



Scegliere di fare inbound marketing, oggi, è lungimirante ! Significa voler rinforzare sensibilmente il valore della propria azienda dandole nuova linfa, nuova visibilità per gli anni a venire.

 

Mi auguro tu abbia gradito questo primo step su cos’è l’inbound marketing. A proposito, rimani in contatto perché tra circa 7 giorni ci sarà un approfondimento. Vedremo infatti cosa racchiude questo suo obiettivo, quali contenuti si devono creare …

Alla prossima e grazie 🙂