Non è solo il titolo del post, è un consiglio che dovresti tenere in considerazione: una soluzione per migliorare, nel tempo, le vendita della tua azienda. Certo, ci vuole tempo e metodo, non è la bacchetta magica, ma è ciò che è successo a tante aziende che ci hanno creduto.
Per cui, se sai già di cosa si tratta, ma non lo hai ancora costruito per la tua azienda, il suggerimento è quello di agire ora.  Non ti serve leggere altro !
Se invece hai magari qualche idea sul funnel. Ne hai già sentito parlare, ma desideri capire meglio di cosa si tratta e come applicarlo nella tua azienda, allora continua a leggere.


Il funnel è un percorso di marketing, ben strutturato ed organizzato all’interno dell’azienda, che aiuta ad ottenere nuovi contatti, a convertirli in clienti e quindi ad aumentare le tue vendite.


Interessante vero ? 😉

1) Per quale motivo è utile costruire un funnel (di vendita) per la propria azienda ?

Ok, facciamo un passo indietro. Quand’è che una persona acquista un prodotto o servizio ?
Quando vuole risolvere un suo problema, una sua esigenza.
Cosa succede quando una persona avverte una necessità, un “problema” da risolvere ?
Inizia cercare e raccogliere informazioni da più fonti possibili, che lo aiutino a capire. Di seguito si farà un’idea sulle possibili soluzioni individuate e deciderà da chi acquistare.

2) Il processo d’acquisto o customer journey

Questo, definito in modo semplice, non è altro che il percorso o processo di acquisto (customer journey) che ogni persona adotta. Un percorso che, in termini di tempo, può durare poco o tanto in base alla priorità ed al livello di costo che deve sostenere.

Se questo è il percorso d’acquisto, qual’è perciò la fase in cui la nostra azienda DEVE farsi trovare per “agganciare” il potenziale cliente, informarlo con contenuti utili e quindi fare in modo che poi al momento finale dell’acquisto scelga il nostro prodotto ?
Stai forse pensando che la fase giusta è quando il potenziale cliente ricerca le informazioni ? Esattamente !

Questa è la fase più strategica per un’azienda. Farsi trovare dal potenziale cliente nel momento in cui, a seguito di uno stimolo (es. una necessità) cerca notizie per capire e poi acquistare. Qui è evidente la sua intenzionalità !

3) Processo d’acquisto e funnel (di vendita) 

Cosa c’entra tutto ciò con il funnel e l’aumentare le vendite ? C’entra moltissimo. Qualsiasi strategia l’azienda preveda, non potrà ritenersi efficace se prescinde dal processo d’acquisto della sua audience.

Il funnel della nostra azienda, raffigura in sostanza il percorso d’acquisto che conduce il potenziale cliente, dal primo contatto con il nostro brand, sino all’acquisto del nostro prodotto/servizio (ed anche oltre…).

4) Come si costruisce il funnel della nostra azienda ?

Abbiamo detto che il potenziale cliente, quando ha una necessità, inizia la ricerca.
La parte più larga dell’imbuto (o funnel) rappresenta l’insieme degli “spazi” off line e on line in cui la mia audience, con maggior probabilità, transita per raccogliere le informazioni. La miglior risposta che un’azienda possa dare in questi casi è l’inbound marketing.

Perciò io azienda dovrò andare ad occupare questi “spazi” cercando di essere presente, visibile alla mia audience, attraverso contenuti utili e disponibili negli strumenti di comunicazione prescelti (fiere, eventi, brochure, pagine pubblicitarie, workshop, sito, blog, social, influencer, ecc …).


Questa fase quale errore grossolano ci evita ?
Ci dice che NON possiamo scegliere a priori gli strumenti di comunicazione e sapere come organizzarli e cosa scrivere, senza prima conoscere la nostra audience e sapere in quali “zone” transita, per cercare soluzioni.



5) Il funnel e la lead generation 

Questo appena visto è, ovviamente, solo il primo passo. Lo scopo di questi contenuti è quello di essere intercettati, raggiungibili e “consumabili” da parte degli utenti, nel momento in cui avviano la ricerca.
Se soddisfano la loro aspettativa, può avvenire la lead generation. Ossia tramite determinati strumenti e procedure (call to action) l’utente lascia all’azienda un contatto mail.

Da qui in poi il visitatore, diventato lead, entra nel secondo livello del funnel. L’azienda non sarà più una realtà sconosciuta e potrà condividere con l’utente una serie di contenuti utili, che avranno lo scopo di informarlo, educarlo e indirizzarlo ad un possibile acquisto finale.
L’azienda, di fatto, aggancia il potenziale cliente fino alla fase dell’acquisto (… ma anche dopo l’acquisto, perchè come vedremo più avanti, diventa sempre più qualificante la gestione del rapporto azienda/cliente, post acquisto).

Nel prossimo articolo vedremo un esempio di funnel di vendita. Stay tuned ! 👍😉

Se invece ti chiaro e vuoi già passare all’azione e simulare un funnel per la tua azienda, contattami oppure chiama lo 0376.6701414.

A presto !